Cerchi un prestito cambializzato? Scopri tutte le caratteristiche dei prestiti cambializzati e le eventuali proposte del momento.

La cambiale oltre ad essere un titolo di pagamento, può essere impiegata nella richiesta di un prestito personale.

I prestiti cambializzati sono una tipologia di finanziamento che, essenzialmente, differiscono dal tradizionale prestito personale, nella modalità di rimborso del prestito e dalla forma di garanzia fornita all’istituto di credito per l’estinzione del finanziamento.

I tassi di interesse TAN e TAEG applicati ai prestiti cambializzati sono in linea con i tradizionali prestiti personali.

Per i protestati e i cattivi pagatori o per quanti hanno disguidi finanziari, possono richiedere un prestito con cambiali a condizioni più restrittive e requisiti diversi.

A tal proposito, i prestiti con cambiali possono essere suddivisi in:

  • prestiti cambializzati con cambiale in garanzia;
  • prestiti cambializzati con cambiali in garanzia e rate cambializzate.

Nel primo caso, prestiti cambializzati con cambiale in garanzia, la cambiale, essendo un titolo esecutivo, ha lo scopo di garantire all’istituto di credito il recupero dell’importo delle rate non pagate, rivalendosi, in tempi relativamente brevi, sui beni mobili e immobili del debitore. In questo caso il contratto di prestito prevederà il rimborso delle rate mediante sistemi tradizionali, come i bollettini postali o RID bancario. In genere viene emessa una sola cambiale da incassare o restituire al termine del finanziamento.

Nel secondo caso, prestiti cambializzati con rate cambializzate e cabiali in garanzia, chi richiede il prestito fornisce un numero di cambiali pari alla quantità delle rate e ognuna per il relativo importo. In questo caso, la cambiale, oltre a rappresentare la garanzia fornita all’istituto di credito, funge da mezzo di pagamento per il saldo delle rate.

Documentazione necessaria per richiedere prestiti cambializzati. Per richiedere un prestito cambializzato è necessario fornire all’istituto di credito la seguente documentazione:

  • un documento di identità valido (carta di identità, passaporto, ecc.);
  • la tessera sanitaria regionale o il codice fiscale.

Il prestito cambializzato non necessita di un garante. In alcune situazioni di gravi insolvenze da parte del richiedente, il garante può essere importante ai fini del buon esito della richiesta di finanziamento.

I prestiti cambializzati, inoltre, possono essere suddivisi in base allo stato occupazionale o reddituale del richiedente e più dettagliatamente in:

  • prestiti cambializzati tra privati;
  • prestiti cambializzati per disoccupati;
  • prestiti cambializzati senza reddito;
  • prestiti cambializzati per lavoratori a tempo indeterminato;
  • prestiti cambializzati per lavoratori a tempo determinato;
  • prestiti cambializzati per autonomi;
  • prestiti cambializzati per liberi professionisti;
  • prestiti cambializzati per pensionati;
  • prestiti cambializzati per casalinghe.

Nell’area “Prestiti Cambializzati”, Prestifin.eu si occupa di guidare e consigliare l’utente sulle possibilità di ottenere un prestito cambializzato.

Aggiornato il: 29 agosto 2017

Copyright: prestifin.eu